META Metodologie Educative Territorio Ambiente

Capire le emozioni

Destinatari

Alunni delle classi prime e seconde della scuola primaria

Breve descrizione

Si propongono attività che consentano il riconoscimento delle diverse emozioni esperibili e i loro effetti sul corpo attraverso l’identificazione empatica con i protagonisti delle storie, la rielaborazione narrativa e la drammatizzazione.

Obiettivi

  • Supporto al riconoscimento delle emozioni
  • Supporto alla ricerca di diversi canali espressivi

Tempi

4 incontri di 2 ore ciascuno di osservazione in classe, 2 ore di progettazione condivisa con i docenti, 4 ore di laboratorio, 2 ore di restituzione ai docenti. Totale 16 ore

Spazi

Aula

Attività

Lettura della storia di Non importa, edita dalla Erikson di M.Sunderland. Il libro permette di affrontare con i bambini il tema delicato della psicosomatica, facendo capire loro come sia importante parlare delle proprie emozioni con gli adulti che stanno loro intorno, per essere aiutati

Dopo aver letto il libro, si farà un disegno, insieme o singolarmente a seconda dei bambini, in cui ognuno avrà la possibilità, accompagnato dal commento dello specialista, di verbalizzare quali siano le emozioni che sente nel corpo, dove, e come fare per essere aiutato

Successivamente si lavorerà su emozioni specifiche sia con la lettura, sia con piccole attività di drammatizzazione (caccia la rabbia), sia con laboratori creativi. Si potrà ad esempio focalizzarsi sulla paura, sulla rabbia, oppure su richieste specifiche di lutto e separazioni. Ci si soffermerà infine sulle emozioni positive, come la gioia, per far capire come si possa rendere positiva un’emozione, o un fatto negativo che ci è accaduto, mediante l’elaborazione narrativa e il supporto degli altri.

Materiali

Libri, cartelloni, fogli, pennarelli

Operatori

1 psicologo/a

Costi

560 €